Zio Anselmo

Voglio ringraziare a nome di mio fratello Quirino, di mia cognata Tiziana, di mio nipote Giacomo e di tutta la nostra famiglia la comunità di Carpineto, i nostri amici, quelli di Lisa, i Compagni di scuola, i presidi e i docenti del liceo scientifico di Colleferro e dell'istituto comprensivo Leone XIII di Carpineto, l'associazione sportiva della pallavolo, l'amministrazione e il Sindaco, tutti i sindaci presenti, l'Ente Pallio, le associazioni di volontariato, la parrocchia, le forze dell'ordine, la protezione civile, le altre istituzioni ai vari livelli, in particolare il Presidente della Regione Lazio e il Vicepresidente, il Presidente del Consiglio Regionale del Lazio, gli assessori e tutte le persone che in questo triste e drammatico momento ci sono state vicine.

In questi giorni abbiamo ricevuto tantissima solidarietà, affetto e vicinanza che ci ha fatto capire quanto voi tutti avete sofferto insieme a noi per la prematura scomparsa di Lisa.

Quello che stiamo vivendo è un dolore immenso, che ti lascia senza parole, che ti logora e che in alcuni momenti sembra sopraffarti e lasciarti inerme.

Non auguro a nessuno, mai, di vivere una tragedia così grande, così brutta, così inverosimile.

Una situazione che ti sconvolge la vita, mette in discussione tutto ciò per il quale hai lavorato e profuso ogni sforzo..."il futuro di una figlia".

Lisa, la chiamavano con nomi scherzosi, come: Melissa, Mela...mio fratello la chiamava: Lisetta oppure la cocchetta, ma Lisa era soprattutto per tutti noi una ragazza dal carattere forte, già forgiato nonostante la sua giovane età.

Lisa aveva dei sogni, delle prospettive per la sua vita...aveva le idee molto chiare su quello che voleva fare.

Lisa era una ragazza con tantissimi interessi, aveva confidato al suo Papà quale percorso universitario voleva intraprendere, a lei stavano a cuore temi importanti come l'ambiente e i diritti civili, in una società come la nostra che purtroppo culturalmente è conflittuale su tutto.

Lisa era una combattente e ha saputo sempre affrontate la vita con coraggio.

Confidava spesso ai propri genitori che non vedeva l'ora di superare questo brutto periodo perché era decisa a mettersi alle spalle le sofferenze che l'avevano afflitta e fatta rinunciare a molte cose.

Purtroppo, non ce l'ha fatta e con lei se ne vanno tutti i sogni che ci ha fatto vivere e che dovevamo condividere durante la sua giovinezza e poi nella sua vita.

A mio fratello Quirino, a Tiziana e a Giacomo voglio dire che "La vita ci mette ogni giorno davanti a grandi prove" e questa è una di quelle che supereremo trovando la forza dentro di noi e stando uniti grazie al grande amore che lega la nostra famiglia. Il nostro è un legame solido, saldo e uniti tutti insieme ce la faremo.

Cara Lisa,

La promessa che zio ti vuole fare è che farò e faremo tutto il possibile per far vivere i tuoi sogni.

Lisa, resterai sempre nei nostri cuori, ci mancherà la tua freschezza, la tua raffinata intelligenza e soprattutto il tuo immenso e straordinario sorriso.

 

Ciao Lisa, avrei voluto mordere le tue guance ancora per tanti anni.

 

Un grande bacio,

zio 

Newsletter
  • Facebook Icona sociale
  • Instagram

©2020 MONDO FUTURO